New Forum *o*

venerdì 6 luglio 2018

Miniguida miglior operatore


Medium, veggente, chiaroveggente, sensitivo e mago :  
qual è la differenza? Chi è il miglior operatore?

In rete si trovano tantissimi operatori che sostengono di essere questo o quello e garantiscono strabilianti risultati tramite i loro poteri, peccato che molto spesso non sappiano nemmeno di cosa parlano.

Andiamo con ordine: il medium  (dal latino medium, "mezzo, strumento") è una persona che sostiene di poter operare come intermediario tra il mondo dei vivi e quello dei morti con supposte entità.

 
Il termine nasce nell'ambiente dello spiritismo negli anni ‘50 per poi estendersi successivamente in altri ambiti. Nel linguaggio comune e nella cultura popolare si definisce medium principalmente colui in grado di contattare le persone decedute, per via orale ("psicofonia") o per via scritta ("psicografia" o scrittura automatica).
Nell'ambito della new age si è diffusa la credenza in una nuova forma di medianicità, nota in italiano come "canalizzazione" (channeling). Ciò che differenzierebbe i medium tradizionali dai canalizzatori sarebbe il tipo di "entità" con cui essi dichiarano di mettersi in contatto: il medium infatti dice di comunicare principalmente con gli spiriti dei trapassati; laddove i channelers asseriscono di "canalizzare" presunte entità disincarnate, come gli spiriti guida, che sarebbero desiderose di mettersi in contatto con gli esseri umani per guidarne l'evoluzione.
Il channelling è un tipo di contatto più mediato: se il medium parla direttamente con angeli o defunti, il channeler interagisce con uno spirito guida (o maestro asceso) che "dall'altra parte del velo" è la sua interfaccia con le altre entità.
Senza lo spirito guida, non c'è fenomeno paranormale: lo spirito guida, libero quanto il channeler, decide ora, luogo e modalità del fenomeno (seduta, scrittura automatica ecc.), oppure se manifestarsi al channeler senza preavviso. Lo spirito guida rivolge alle altre entità le domande del channeler e fornisce a questi le loro risposte, apporti o asporti di oggetti.
Il channeler non può verificare né ha la percezione extrasensoriale se dall'altra parte lo spirito guida stia effettivamente contattando terze entità, come dichiara, oppure se lo spirito guida stia mentendo, e fornisca delle risposte proprie, facendole risultare come affermazioni di defunti o altre entità.
Secondo una visione più critica, spesso si manifesterebbero entità negative (come demoni), per i quali non prova niente il fatto che mostrino di conoscere fatti o particolari del corpo che solo il defunto poteva avere visto o vissuto: questo tipo di entità anche se non onnisciente, accede dopo la morte a una coscienza più vasta per cui può comunque conoscere cose e fatti del passato (e del futuro), anche di terzi, che non ha visto e vissuto personalmente nella vita terrena.

Il medium può essere un operatore esoterico?
Si, grazie ai suoi poteri innati può facilmente ottenere informazioni utili a risolvere il caso e ha maggiori probabilità di riuscita potendo percepire e interagire con le entità coinvolte nei riti .
Il medium può, senza effettuare rituali di magia, influenzare le persone a distanza, tramite la meditazione o la comunicazioni con esseri soprannaturali? Può davvero, tramite angeli santi e quant’altro,  risolvere dei casi? Ovviamente no.

Il veggente o chiaroveggente
La chiaroveggenza è la presunta capacità di conoscere eventi, luoghi o oggetti, che possono essere lontani (nel tempo o nello spazio) oppure nascosti, attraverso una percezione extrasensoriale. Chi ne è dotato è chiamato chiaroveggente


La parola deriva dal francese clairvoyance, «visione chiara», e questa dal latino clarus, «chiaro» e videre, «vedere»; a seconda del contesto si può intendere sia alla lettera come percezione di tipo visivo, sia in senso esteso come acquisizione generica di conoscenza; in questo senso esteso è chiamata anche telestesia o metagnomia.

Il chiaroveggente può essere un operatore esoterico?
Si, i suoi doni non sono molto utili, ma può studiare magia e, naturalmente, nessuno gli vieta di fare riti e professarsi come esoterista.
Va precisato che le sue capacità si limitano solo alla visione estesa delle cose grazie a uno stato alterato di coscienza (trance); dunque non possiede le capacità effettive per ottenere risultati tramite rituali di Magia.
Il chiaroveggente può, senza effettuare rituali di magia, influenzare le persone a distanza, tramite la meditazione o la comunicazioni con esseri soprannaturali? Può davvero tramite angeli santi e quant’altro  risolvere dei casi? Ovviamente no.

Il sensitivo, termine generico per indicare qualcuno con capacita di percezione extrasensoriale; può essere un veggente, un precognitivo, un empatico, un telepate… Vuol dire tutto e niente.


A seconda delle sue capacità, i lavori esoterici del sensitivo avranno una buona riuscita oppure non avranno alcun risultato.

Il Mago è una persona che studia e pratica la Magia, a fin di bene o a fin di male. Può essere una persona qualunque o con doni esoterici, in questo caso sarà sicuramente avvantaggiato.


Esegue riti, non promette miracoli con meditazioni e chiacchierate con angeli e spiriti.

***

mercoledì 20 giugno 2018

Fatture di Magia Nera: sintomi

Molte persone mi hanno cercato temendo di essere vittime di atti di magia nera a loro danno, non riuscendo a trovare una spiegazione razionale a un periodo difficile. Fortunatamente per loro, nella stragrande maggioranza dei casi non c'era nulla di simile.
"Quello che viene spesso scambiata per una fattura è semplicemente un brutto periodo"

Qualunque operatore degno del suo nome, me compreso, conosce fatture e malefici per far danneggiare le persone, ma si tratta di lavori molto costosi a causa dei gravi danni subiti da chi li fa. Quindi, a meno che non abbiate un nemico disposto a spendere fior di euro, potete stare tranquilli.
Quello che viene spesso scambiata per una fattura è semplicemente un brutto periodo: più i guai si accumulano, più è difficile pensare con lucidità. Questo porta ad errori e a scelte sbagliate che peggiorano ulteriormente la situazione; lo stress cresce e deteriora la salute e i rapporti personali ...e il disastro è servito, anche senza magia nera.

Tuttavia, non nego che queste cose esistano e che vengano praticate.
Ecco quindi una serie di sintomi tipici di un rito ai vostri danni, ovviamente si tratta di un elenco GENERALE E GENERICO, dato che ci sono centinaia di riti per far del male alle persone... Quindi, i sintomi variano da fattura a fattura, qui tratteremo i più comuni:

"La più grande astuzia del diavolo è farci credere che non esiste" (Baudelaire)

– Mal di testa frequente, forte, che si manifesta senza una possibile spiegazione medica e che resiste agli antidolorifici. Molti che l’hanno provato lo descrivono come una sensazione opprimente di “cerchi alla testa”, “testa pesante”, “fitte lancinanti ”, o “chiodi conficcati ”;

- Fitte improvvise al cuore come se qualcuno ci stesse pugnalando o pungendo che ci assalgono improvvisamente e passano subito;

– Stato di prostrazione e di svogliatezza: si manifesta soprattutto nella mattinata e prosegue fino al tardo pomeriggio per svanire quasi completamente la sera, quando ci sentiamo più attivi;

– Stato di malessere generale senza un motivo medico preciso: ci sentiamo male, ma non capiamo perché. Facciamo le analisi mediche necessarie per scongiurare qualsiasi pericolo latente, ma gli esiti sono ottimi. Tuttavia, accusiamo dolori localizzati soprattutto al bacino e al torace, nausea (anche vomito), capogiri, sonnolenza e pesantezza;

- Incubi orribili e inspiegabili;

– Paura nel transitare davanti agli specchi, perché si ha come l’impressione di essere osservati, e allo stesso modo, si ha paura di restare al buio;

– Sensazioni olfattive sgradevoli, con puzze che svaniscono dopo pochi minuti per poi ricomparire quando siamo in altre stanze;

- E per ultimo, il sintomo più preoccupante di tutti: forte disagio fisico quando si entra in CHIESA E LUOGHI SACRI, soprattutto se la sensazione di malessere peggiora toccando l'acqua santa. Questo sintomo è la certezza di una magia ai vostri danni, in quanto l'ambiente puro di una chiesa e, sopratutto, il potere purificatore dell'acqua santa mandano in cortocircuito le energie negative causando disagio fisico come nausea o vomito.

Erenlisio

sabato 16 giugno 2018

Come ci si deve comportare durante un legamento d'amore - Magia Rossa


“Se incontrarsi resta una magia, è non perdersi la vera favola.”
Questa è una domanda che mi fanno praticamente tutti.
Il miglior consiglio che vi posso dare per tutto è uno solo: siate voi stessi, dopotutto volete che la persona vi ami per quello che siete, indossare maschere ha poco senso.

Secondo consiglio: per i primi giorni evitate tensioni inutili; per ragioni diverse, sia voi che il vostro partner avrete forti sbalzi di umore e instabilità emotiva, la persona colpita dal rito sta lottando contro le influenze esterne, mentre voi siete in pieno colpo di ritorno, siete stati avvertiti quindi state attenti.

Terzo consiglio: siate attivi cogliete al volo i segnali del partner e siate propositivi senza paura di sbagliare, LA COSA PEGGIORE CHE POSSIATE FARE E' STARE SEDUTI ASPETTANDO CHE IL RITO FACCIA UN MIRACOLO. E' un gioco di squadra tra voi e l'esoterista; si vince se entrambi fanno la loro parte.

Quarto consiglio: le cose non sempre vanno come ci si immagina, quindi fatevi pochi film mentali e state concentrati sul presente e siate attivi; le volte che ho visto le persone fallire è stato perché:

- Non è scoccata la scintilla
- Ho paura che mi mandi a quel paese
- Non ci ho pensato

ecc ecc sono infinite le motivazioni


Erenlisio

Potente rito di protezione

"Nell’uomo c’è il desiderio di credere in Dio per bisogno di sicurezza e di protezione." (Russell)

Colpisci con un coltello un pacco di sale grosso nuovo, traccia sul tavolo con il sale grosso un cerchio, al centro di esso devi mettere il sale (come già' detto) che era uscito spontaneamente dal sacchetto quando lo hai trafitto con il coltello, (ATTENZIONE:questa preparazione la devi fare poco prima di mezzanotte ((prepara anche un pezzo di stoffa nera che possa coprire il cerchio di sale ed un ago sterilizzato)); appena vedi scoccare la mezzanotte (stanotte) copri il cerchio con la stoffa nera, e su di essa al centro trafiggendoti il pollice(senza farti male)con l'ago, fai uscire e cadere una piccolissima goccia di sangue.
Mentre fai questo pronuncia sotto voce senza sbagliare queste parole: Anatebek ukis anoverta, per tre volte.
appena fatto il tutto, raccogli il sale senza farlo cadere, mettilo nella stoffa nera chiudilo bene e in un recipiente di metallo, dagli fuoco cospargendola di alcool, mentre le fiamme si alzano, devi dire : Anatebek athis anoverta