New Forum *o*

venerdì 1 marzo 2019

Gli utenti del forum si raccontano - XIX parte

Ciao a tutti,

siamo ormai a marzo e, con la primavera alle porte, portiamo un paio di nuove recensioni. 
Purtroppo l'era dei forum è tramontata, quindi se fino a 8 anni fa c'erano decine di commenti per ogni argomento, anche il più banale...Oggi è già tanto se un utente commenta i nostri articoli più importanti, figuriamoci le chiacchiere, lo scambio di opinioni e...le recensioni scritte (purtroppo, ripeto).

Il bello non è ritrovarsi, è il non essersi mai persi veramente

"Ciao conosco erenlisio da diverso tempo. Il mio era un caso a dir poco impossibile per di più omosessuale, sono stati mesi di buio e di non risposte ma poi all'improvviso è tornata la luce. Solo che adesso a causa di altre questioni interne "ciao" di nuovo. Anche se con la speranza a minimo ho contattato subito il mio operatore e mi darà una mano. Speriamo che riesca a riportarmi il mio amore. " 

serendipity90

-----------------

"Appena sveglia, ancora assonnata, con la prospettiva di una giornata come tante ormai....suona il tel ed è Lui! L'uomo che amo... Direte:“Che c'è di strano? Nn é normale che l'uomo che ami ti chiami? ". Assomiglia più ad un miracolo piuttosto! Lo stavo aspettando da un anno... Il cuore mi batteva così forte da nn darmi il tempo di respirare e la testa ha cominciato a girarmi vorticosamente... Riabbracciarlo é stata l'emozione più forte che abbia mai provato!
Nn ho mai smesso di crederci, nn é passato giorno che nn abbia pensato a lui... e finalmente è successo.
Ma in tutto questo nn sono mai stata sola, Emanuele c'è sempre stato e questo "miracolo" è frutto dei suoi interventi. Nn ho potuto fare a meno di farglielo sapere immediatamente e di ringraziarlo con tutto il cuore, anche se la parola "grazie" nn è abbastanza x rendere l'idea di quanto gli devo.
É solo un nuovo inizio di qualcosa che nn ha mai smesso di essere....
Grazie Manu, sei una persona preziosa x me."


Lillyt


***

mercoledì 20 febbraio 2019

La Cripta Mackenzie

La Scozia è considerata da sempre la terra dei laghi e dei castelli, ma anche paese pieno di luoghi lugubri e misteriosi di cui le leggende narrano di anime tormentate che si aggirerebbero pronte ad assalire gli sfortunati viandanti.

Uno di questi posti è la famosa cripta Mackenzie che si è guadagnata la fama di luogo più infestato di tutta la Scozia.

Situata all’interno del cimitero di Greyfriars nel cuore di Edimburgo e risalente al XVII secolo, la cripta è dedicata a Sir George Mackenzie detto “il sanguinario” per via del trattamento che riservò ai protestanti scozzesi, i Covernaters, a seguito della battaglia di Bothwell Bridge nel 1679. Le cronache raccontano di come migliaia di prigionieri protestanti furono imprigionati nel cimitero di Greyfriars e qui morirono per tortura, fame e stenti in condizioni intollerabili e disumane. Si racconta che il fetore proveniente dal cimitero per via delle condizioni igieniche precarie e per i cadaveri in decomposizione infestasse tutta la città rendendo l’aria irrespirabile. Da allora il mausoleo del nobile scozzese diventò il principale bersaglio delle maledizioni e delle invettive da parte dei protestanti di Scozia che vedevano in quel luogo il simbolo della loro oppressione.



Ogni uomo è in potere dei suoi fantasmi fino al rintoccare
dell’ora in cui la sua umanità si desta.
(William Blake)
Con il passare degli anni, la tomba di Sir MacKenzie acquisì una fama sempre più tetra per via delle testimonianze di numerosi visitatori che parlavano di misteriosi fenomeni che si verificavano nei pressi del mausoleo. Si narra di viandanti respinti da una forza misteriosa e di persone colpite anche in modo violento da un’entità invisibile che si aggirerebbe all’interno del cimitero. Tra i vari racconti che riguardano la cripta, figura la storia di un vagabondo che avrebbe deciso di profanare la tomba alla ricerca di tesori. Una volta all’interno, l’uomo sarebbe caduto in una fossa piena di scheletri e qui sarebbe rimasto imprigionato a lungo bloccato dalle ossa come se queste fossero vive e volessero bloccarlo. Grazie a queste testimonianze, negli ultimi anni la cripta Mackenzie è diventata un’attrazione turistica piuttosto famosa ad Edimburgo. Tour notturni vengono organizzati periodicamente per provare l’ebrezza ed il brivido di visitare il monumento che ad oggi viene considerato non a torto il luogo più infestato di tutta la Scozia.

by F. Mammana
www.socialup.it

sabato 15 dicembre 2018

Purificazione CASA: quando e come

Purificare la propria casa

"La purificazione della mente è la tranquillità del cuore"
Molte volte i clienti mi chiedono un consiglio su come purificare la propria casa. Generalmente è inutile, ma ci sono alcuni casi in cui la purificazione è indispensabile.
Dunque, quando bisogna purificare? Sicuramente va fatto dopo un lungo periodo di riti esoterici, ma ci sono varie altre possibilità.
Vi indicherò brevemente le varie casistiche:

1- Presenza di energie negative, certe o sospette:
Vi sentite a disagio o state male in una specifica stanza? Avvertite strane sensazioni? La stanza vi sembra oppure è davvero più fredda? Vi sentite come svuotati di ogni energia senza motivo? Se la risposta a molte di queste domande è sì, bisogna purificare.

2- Presenza di entità negative
Se dopo le opportune verifiche, avete in casa entità negative attirate da qualche lavoro esoterico, che sia stato commissionato da voi o a vostro danno, è possibile cacciarle con una purificazione.
Attenzione: un semplice lavoro casalingo può cacciare solo entità molto deboli in caso di infestazioni forti con entità anche violente serve un esperto

3- Ondata di sfortuna
Se siete vittime di un periodo molto sfortunato e intendo sfortunato sul serio, ossia che in casa vi capiti ogni tipo di guaio con l'orario continuato

4- Persone deboli
Quando persone particolarmente deboli verranno a vivere in casa: una nascita, ad esempio. I bambini, specie se piccolissimi, sono molto portati a subire attacchi di natura esoterica.

5- Dopo un lutto
Specie se conseguente ad un lungo periodo di sofferenza: le sofferenze di chi ha vissuto a contatto col caro estinto, il dolore del malato… Sono tutte cose che attirano energie negative.


Siamo arrivati alla parte interessante:
come effettuare una purificazione?

"Il profumo penetrante dell’incenso che sale verso il cielo
richiama gli dei e li informa
dell’umile invocazione dell’uomo"
Ci sono molti metodi, praticamente ogni religione o culto ha elaborato i suoi.
 
Qui esporrò velocemente un metodo molto semplice, ma efficace, ossia lavare con acqua e sale pavimenti e mobili, recitando la preghiera di benedizione della casa:
(Per rendere ancora più efficace il rito, è utile bruciare incenso quaresimale)

“Assisti e benedici, Signore i tuoi figli
che oggi inaugurano questa casa:
fa' che quando sono fra le sue mura,
trovino in te il loro rifugio,
quando escono, il loro compagno,
quando rientrano, il loro ospite ed amico;
e al termine dei loro giorni siano accolti nella dimora
che tu stesso prepari nella casa del Padre.

A Lui sia gloria nei secoli dei secoli”

E’ molto utile, a fine lavoro, spargere il sale sul davanzale delle finestre e sulla soglia della porta perché il potere purificante del sale indebolisce le energie negative.

Più avanti metterò altri metodi a me noti di purificazione.

Erenlisio

martedì 11 dicembre 2018

Gli utenti del forum si raccontano - XVIII parte

Come sta andando? - >>> RECENSIONI <<<


By Penniwyde


Buonasera a tutti, sono ritornato alla carica dopo un periodo trascorso
con diverse problematiche di carattere lavorativo e di salute. Sono
nuovamente qui per testimoniare la mia esperienza estremamente positiva
da quando ho conosciuto Emanuele e Francesca.
Non ho mai avuto dubbi
sull'operato di Erenlisio che posso definire persona altamente preparata
con veri e tangibili poteri esoterici.
Queste affermazioni derivano
anche da una mia pregressa preparazione culturale in materia e la
frequentazione di studiosi culturalmente molto preparati con cui ho
potuto condividere molti studi sperimentali e partecipare attivamente a
veri esperimenti di carattere scientifico (Metafonia, Scrittura
automatica, Spiritismo, Magia ecc.)
Tornando alla mia esperienza, in
sintesi posso dire che abbiamo iniziato con Emanuele un percorso
apparentemente semplice che però durante lo svolgimento dei vari riti ha
richiesto diversi aggiustamenti per giungere finalmente ad un risultato
finale a dir poco miracoloso che auguro a tutti di poter raggiungere.
Raccomandazione:
Necessario essere positivi e credere fermamente in ciò che Emanuele sta
elaborando per noi anche se apparentemente non riusciamo a vedere
nessun risultato, dobbiamo attendere i tempi necessari, che ovviamente
non sono per tutti uguali (dipendono da diversi fattori), mai prendere
iniziative, tipo rivolgersi ad altri operatori in contemporanea, si
rischia di creare solamente un effetto completamente opposto, negativo. E
quando meno ce lo aspettiamo arriveranno i primi risultati che dobbiamo
coltivare con la massima attenzione, quasi come alimentare un piccolo
fuoco appena acceso e cercare con tutte le forze di non farlo spegnere.
Personalmente tutte le volte che Emanuele ha lavorato per me , i
risultati sono stati rapidissimi, pochissimi giorni dopo lo svolgimento
del rito, per essere più precisi anche solo dopo tre giorni.
Attualmente
ho ristabilito un rapporto ottimo con la mia compagna fatto di affetto
profondo, stima e tanta gioia che condividiamo tutti i giorni.
Consiglio
a tutti i nuovi arrivati di affidarsi senza alcuna remora ad Emanuele,
avere pazienza e non pensare che tutto si possa risolvere nei classici
"28 giorni", tanto reclamizzati dai classici ciarlatani ruba soldi.
Emanuele
economicamente, con me ha ricevuto una cifra talmente bassa che altri
"professionisti" li chiederebbero solo per valutare il caso con
conseguente nulla di fatto.
Preciso che non conosco personalmente ne Emanuele ne Francesca anche se mi piacerebbe conoscerli personalmente.
Questa mia testimonianza viene dal profondo del mio cuore perchè ho ritrovato la luce dopo un periodo affettivo molto buio.
Concludo
raccontandovi un piccolo fatto che mi è successo, ho provato a
pubblicare la mia testimonianza sull'operato di Emanuele su un blog in
cui si raccolgono giudizi su maghi e operatori vari in base a
testimonianze di potenziali clienti, posso solo dire che il sito è
creato ad hoc per elogiare con testimonianze false alcuni personaggi che
sicuramente sono anche amministratori di tale Blog.
Le mie
recensioni non sono state mai pubblicate e ad una richiesta scritta di
una motivazione al diniego della pubblicazione, non ho mai ricevuto
risposta in merito, mi sono riservato di denunciare il fatto alle
autorità competenti.
Grazie Emanuele per la tua pazienza, per la tua
comprensione, e per non avermi mai abbandonato anche quando avresti
potuto farlo, sei un vero amico super professionale. Buona serata a
tutti... a presto e ... lo consiglio a tutti perchè troverete un vero
Amico.

mercoledì 17 ottobre 2018

Paranoie KO: Consigli

Ho notato che uno degli articoli più letti è proprio questo (come non avere paranoie e godersi la vita); aggiungo un altro articolo simile tratto dal VF, spero vi piaccia.

I paranoici attribuiscono un’importanza enorme
ai particolari più insignificanti del comportamento altrui,
quelli che generalmente sfuggono alle persone normali. (Freud)


A tutti prima o poi capita di fare i conti con inutili pensieri negativi che condizionano non solo le nostre giornate, ma anche la nostra vita. Ecco un vademecum per metterli a tappeto e fare pace con noi stessi.

“Niente paranoie!”. Chissà quante volte lo abbiamo ripetuto. Confessiamolo: tutti, volenti e nolenti, alla fine gettiamo la spugna e ne rimaniamo intrappolati. 

Quando distribuivano la serenità, io ero in fila per la paranoia,
le seghe mentali e la capacità di creare problemi che non esistono...

A determinati pensieri, leggi “problemi inutili”, spesso sembra che non ci sia scampo. Le vie della paranoia sono un po’ come quelle del Signore: infinite. Con i colleghi di lavoro, con il partner, con gli amici, nessun rapporto sembra esserne indenne.

Ma che cos’è la paranoia? Nel gergo comune con questo termine si indica l’atteggiamento di chi «tende a dare troppa importanza ad alcuni episodi, ad eventi, a comportamenti di altre persone pensando che altri "siano nemici”, lo perseguitino, che ce l’abbiano con lui, senza che sia del vero. Si tratta di una distorsione di eventi, di situazioni, di atteggiamenti altrui nei propri confronti, legati inevitabilmente ad un modo errato di percepire l’altro», spiega la dottoressa P.B., psicologa e psicoterapeuta.


Ma ci sono situazioni più di altre che possano far scattare le paranoie? A quanto pare sì. «Si diventa sospettosi e insicuri in situazioni di difficoltà o sulla base di “segnali” che possano far pensare che ci sia dell’altro. La paranoia è presente in tutti quei casi in cui non ci sia un dato reale, oggettivo, che possa giustificare la propria reazione e riguarda per lo più persone rigide e restie al cambiamento», spiega l’esperta.

Tra le situazioni tipiche ci sono, suggerisce la dottoressa B., «generalmente situazioni in cui ci sentiamo in pericolo o siamo insicuri, spesso legate a relazioni interpersonali di lavoro o affettive: gelosia del partner, invidia dei colleghi, sensazione che altri siano sempre preferiti a noi, ma senza dati oggettivi che giustifichino una situazione del genere». Ma è possibile vincere le paranoie? Sfoglia la gallery e scopri come fare con i consigli della psicologa P.B. e della life coach L.G. .

1- Allena la tua capacità di osservazione oggettiva “Distingui sempre le tue opinioni dai fatti



2- Ascolta le tue emozioni “Presta attenzione alle emozioni che provi quando scatta la paranoia. Ti aiuterà a conoscerla meglio e a “smontare” tutte quelle situazioni che ti sembrano pericolose o dannose”.

3- Impara a gestire le paranoie. “Gestirle significa riconoscerle con onestà per quello che sono: una personale interpretazione della realtà che vivi. In realtà, quello che le paranoie ti suggeriscono è solo una delle tante possibilità, non probabilità”.

4- Poniti le domande giuste. Chiediti :“È veramente così? Quante probabilità ci sono che la mia paranoia sia reale? Sto usando tutte le informazioni a mia disposizione o tengo conto solo della parte negativa?” Il riconoscere tutto ciò ti permette di affrontare con più leggerezza i pensieri che ti tormentano.

Prendiamo in mano i nostri libri e le nostre penne. Sono le nostre armi più potenti.
5- Appunta le tue emozioni. La prossima volta che noti che stai iniziando a provare paranoie e altre emozioni negative come paura, ansia, malinconia, rabbia; prenditi del tempo. Scrivi su un foglio una breve frase che descriva quell’emozione. Rileggi per tre volte e fai un’inspirazione e un’espirazione profonda.

6- Evita di confondere possibilità con probabilità. Evita di credere che tutto quello che pensi sia la verità assoluta e non invece la tua mappa del mondo. Ti aiuterà a non prendere troppo sul serio le tue paranoie.

7- Premi il tasto off. Sospendi il giudizio. Per un giorno intero. Prova a comportarti come se il tuo pensiero che ti tormenta non esistesse. Ti aiuterà a distaccartene più facilmente.

Ho cominciato la pratica del respiro per riportare la calma,
per permettere al corpo e alla coscienza di guarire.
Inspirare, espirare, nutrire e abbracciare. Abbracciare il corpo e abbracciare il dolore
(T.N.Hanh)

8- Riporta la tua attenzione al presente. Concentrati sulla realtà e affrontala con consapevolezza.

9- Respira. Fai 10 respiri profondi. Il respiro ha un immediato effetto calmante.

10- Impara a chiedere aiuto agli altri. Chiedere ad altre persone un parere su una situazione che ai tuoi occhi ti senti che ti stia danneggiando o che possa danneggiarti può essere una buona strategia.



Fonti: vanityfair.it

venerdì 12 ottobre 2018

Il giardino dei tarocchi

Il Giardino dei Tarocchi è un parco artistico ed esoterico, situato nella bellissima campagna toscana; per la precisione a Garavicchio (Grosseto), un luogo magico dove l'antica magia si fonde con la moderna arte realizzato in circa 17 anni dall’artista franco-statunitense Niki de Saint Phalle, scultrice, pittrice e regista nonché principale finanziatrice del parco, in collaborazione con Pierre Marie, Alan Davie, Paul Wiedmer e al marito Jean Tinguely, e tanti altri artisti di valore. 



Il Giardino si dipana su due ettari nei quali si confonde e abbellisce il paesaggio circostante. Artisticamente è composto da 22 statue alte sino a 15 metri, create a partire da uno “scheletro” di acciaio e cemento, rivestito poi con vetri, specchi e ceramiche colorate. Il nome deriva dal fatto che tutte le statue sono liberamente ispirate ai 22 arcani maggiori dei tarocchi, disposte in modo da creare una sorta di percorso iniziatico-alchemico. Qua e là sono presenti, a volte semi nascosti, a volte ben visibili, targhe e lapidi con numeri bizzarri, citazioni di poesie o semplici frasi che contribuscono a creare un atmosfera da "setta segreta", portando il visitatore a chiedersi se siano semplici decorazioni o messaggi in codice per gli iniziati.

Appena entrati nel Giardino dei Tarocchi c'è la piazza centrale con le prime statue che si possono ammirare la Papessa e il Mago. Sovrapposte l’una all’altra sono i primi arcani dei tarocchi e segnano l’inizio del percorso. La Papessa, realizzata in un turchese acceso, è un chiaro omaggio all’Orco del Parco dei Mostri di Bomarzo. Dalla bocca spalancata della papessa sgorga dell’acqua, simbolo di vita e purificazione di sacralità per eccellenza che si raccoglie nella vasca sottostante dove al centro, l’artista Jean Tinguely ha costruito una scultura meccanica raffigurante la Ruota della Fortuna forse a intendere che nella vita tutto scorre muovendo le pale della ruota del fato.



Altre statue degne di nota sono il sole a forma di uccello, un richiamo ai miti quasi universali dell'uccello solare noto con vari nomi in molti culture antiche (fenice, bennu, il falco del sole ecc., ecc.). 


Gli amanti realizzati come Adamo ed Eva intenti a fare un picnic. E, per finire, il bizzarro albero della vita rappresentato come l'idra dalle molteplici teste, con una biografia dell'artista.


Un luogo meraviglioso, da visitare assolutamente, da soli o con la famiglia.


***

domenica 7 ottobre 2018

Riflessione 5 - Promesse


BUON ANNIVERSARIO
 
"Il mio cuore SARÀ sempre tuo"

Anche se forse solo per me questa data significa ancora qualcosa, non posso scordare che tutto sia iniziato quel 10 agosto; qualcosa di bello e di unico PERCHÈ mai con nessuna persona POTRÒ mai provarlo ...

In questa notte a noi, a me sacra: alla luna calante, alla tempesta montante rinnovo il giuramento che ti feci e che feci a tuo padre morente: 
un giuramento di morte e amore da cui solo la tua scomparsa o la sua ombra mi possono liberare.

Il mio cuore SARÀ sempre tuo e di nessun'altra, nella buona e nella cattiva sorte... Chiamando coloro che nella notte vagano a testimoni, ancora e per sempre ti AMERÒ lo giuro nel sangue, moneta di vita...

Finché POTRÒ mi OPPORRÒ a ogni futuro, forse ancora non posso eppure ci PROVERÒ, tendendo la mano a chi ne ha bisogno; 
ACQUISIRÒ il potere di cambiare il destino 

...o CADRÒ nel tentativo ...

"ACQUISIRÒ il potere di cambiare il destino 

...o CADRÒ nel tentativo ... "

***